Torta di Carote, Cioccolato e Mandorle

Torta Mandorle, Cioccolato e Carote

Adoro questa torta. E’ semplice e buona… L’ideale per la colazione accompagnata da un bicchiere di latte freddo o di tè.

Per la presenza delle carote è bene mangiarla entro tre giorni.
Ingredienti per 8 persone (nella foto ho fatto la mezza dose):

  • 125 gr. di burro
  • 5 carote medie
  • 4 uova
  • 100 gr. di zucchero
  • 200 gr. di farina
  • 100 gr. di mandorle tritate
  • 1 bustina di lievito
  • 100 gr. di cioccolato fondente
  • zucchero a velo

Preparazione:


Lavate, pulite e grattugiate le carote. Grattuggiate anche il cioccolato e mettetelo insieme alle carote.

Montate il burro a temperatura ambiente con lo zucchero fino a farlo diventare spumoso, aggiungete le uova una alla volta, la granella di mandorle, la farina setacciata, la bustina di lievito, il cioccolato grattugiato e le carote. Imburrate ed infarinate una teglia di alluminio a cerniera e riempitela con l’ impasto. Cuocete in forno (il mio é ventilato) già caldo a 180° per venti-venticinque minuti. Prima di sfornarla controllate la cottura inserendo uno  stuzzicadenti che dovrà uscire asciutto.
Servitela fredda e cosparsa di zucchero a velo.

P.s. : questa torta diventa più
buona il giorno dopo.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Cena con amici

DSC_0157

Ieri sera ho invitato una coppia di amici a cena… Doveva essere una semplice cena estiva ma estremamente delicata, curata e (per quanto possibile) veloce…

Adoro decorare la tavola puntando su un tema monocromatico. In questo caso ho voluto sfoggiare per la prima volta degli splendidi sottopiatti in madreperla che ho scovato in un negozio di New York… Pertanto tutto il tema della cena é stato caratterizzato da questo delicato colore perla:

DSC_0150

Ho abbinato i sottopiatti a dei piatti bianchi di porcellana finemente decorata, Villeroy & Boch, e posate in acciaio Sambonet. I bicchieri ovviamente in Cristallo ed il portatovagliolo, scovato un paio di anni fà da Zara Home, sempre in madreperla ad impreziosire un tovagliolo di lino bianco.

Non sottovalutate la madreperla come materiale. E’ estremamente versatile e potete abbinarlo facilmente ad altri colori.

Il menu è stato stampato su cartoncino bianco ed in cima era indicato il nome dell’ospite in modo da fungere anche da segnaposto.

DSC_0156

Il centrotavola è formato da due vasetti rettangolari in vetro su cui sono stati sistemati due mazzolini di Peonie bianche (5 peonie per mazzolino) tenute insieme da un nastro di raso bianco.  Due alti candelabri in cristallo a donare atmosfera alla tavola:

DSC_0146

Passiamo al menu:

Come aperitivo ho servito un vino francese aromatizzato alla Pesca accompagnato dai Wanton ai gamberi. Si possono comprare già fatti nei supermercati o nei ristoranti cinesi oppure comprarli da friggere. Sono estremamente facili, buoni e scenografici. Li ho accompagnati con una salsa agrodolce tailandese: deliziosa!

Dopo ci siamo spostati a tavola ed ho servito gli antipasti:

– Involtini di zucchine con mandorle e basilico (trovate qui la RICETTA)

– Zeppoline con alghe (si comprano già pronte solo da friggere, io le ho trovate alla METRO)

– fiori di pasta brisèe con patè di tonno (per la ricetta del patè seguite questa Ricetta)

– Salmone affumicato marinato e decorato con fettine di limone

Il piatto principale è stato un ottimo Astice alla Catalana. Non è un piatto da sottovalutare perché si può preparare la sera prima e lasciarlo riposare in frigo dove i sapori si amalgameranno meglio. In realtà questa è una specialità del mio fidanzato ma se superate la fase di pulizia degli astici il resto è davvero molto semplice.

Infine ho preparato delle cialde in cui poi ho servito i frutti di bosco e del gelato alla crema. Estremamente rinfrescante e rinfrancante dopo una cena di pesce. Questa ricetta l’ho sbirciata da un famoso Banqueting con cui collaboro che la usa con successo per concludere il pranzo di nozze prima della torta.

Ovviamente gli ospiti sono stati molto contenti. Perché è vero che la cucina è importante ma è altrettanto vero che la presentazione li fa’ sentire anche molto coccolati (ed i menu/segnaposto li hanno portati a casa come ricordo).

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

 

Biscotti al caramello ed anacardi

Cashew-Caramel Cookies

Questi biscotti sono BELLISSIMI. Sarà che adoro il caramello pero’ li trovo davvero fantastici. Peraltro combinano il gusto degli anacardi al caramello e lo trovo un contrasto molto interessante.

Vi riporto la ricetta.

Ingredienti:

  • 1 tazza e 2/3  di farina
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 2 tazze e 1/2 di anacardi tostati salati
  • 2 cucchiai e 1 cucchiaino di olio di semi
  • 8 cucchiai di burro ammorbidito
  • 3/4 di  tazza di zucchero di canna
  • 1/2 tazza di zucchero semolato
  • 1 uovo grande
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia puro
  • 24 cubetti di caramelle al caramello mou
  • 1/4 di tazza di panna

Preparazione:

Riscaldate il forno a 175 gradi. Setacciate la farina ed il sale. Tritate grossolanamente 1 tazza di anacardi e mettela da parte. Tritate finemente in un robot da cucina la restante tazza e mezza di anacardi. Quindi versate l’0lio e continuate a tritare finchè non ottente un composto cremoso, per circa due minuti.
Inserite la miscela di anacardi, burro e zucchero nella ciotola di un mixer elettrico dotato del collegamento della pala, mescolate a media velocità per qualche minuto. Inserite un uovo e la vaniglia  e continuate a mescolare. Riducete la velocità a bassa; aggiungete gradualmente la farina. Per ultimo aggiungete gli anacardi e mescolate in modo che si amalgamino bene al composto.
Create con la pasta dei biscotti delle palline grandi piu’ o meno come noci e disponetele separate su una teglia coperta da carta forno. Infornate per 6 minuti; appiattite quindi i biscotti delicatamente con una spatola. Cuocete fino a quando non risultano dorati, ovvero altri  6-7 minuti. Sfornate la teglia e lasciate raffreddare i biscotti.
Per preparare il caramello fate sciogliere in un pentolino a fuoco basso la panna con le caramelle mou. Mescolate di continuo. Lasciate quindi raffreddare e  dopo, con un cucchiaio, passate il caramello a filo sui biscotti in modo da creare un decoro come nella foto.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Snickers Popcorn

snickers popcorn

credit: cookies & cups

Ho trovato in giro moltissime ricette per arricchire i pop corn. Io li adoro. Soprattutto quando vado all’estero cerco di assaggiarne di tutti i gusti…

Trovo davvero divertente poter pensare a diversi modi di condirli e credo che sia anche facile.

Potete prepararli per diversificare una serata davanti alla televisione o per ravvivare una festa. Oggi voglio postare la ricetta degli Snickers Popcorn. Chi non conosce questi snack al cioccolato?

Ingredienti:

  • due tazze di mais che andrete a far scoppiettare per diventare popcorn
  • 1 tazza di burro salato
  • 2 tazze di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1/2 tazza di sciroppo di mais
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1 tazza di arachidi salate
  • 30 barrettine – quelle piccole – di Snickers tritate grossolanamente o 10 di quelle normali
  • 80 grammi di cioccolato fuso semi dolce

Preparazione

Cominciate preriscaldando il forno a 100 °

Fate sciogliere in una casseruola del burro, poi aggiungete e bollite a fuoco medio, lo zucchero di canna, il sale e lo sciroppo di mais per 5 minuti.
Togliete la casseruola dal fuoco e mantecate con il  bicarbonato di sodio.
Versate  il composto sopra il  popcorn e mescolate per ricoprire uniformemente.
Trasferite i popcorn su una teglia coperta da carta da forno e cospargetela arachidi.  Mescolate fino a quando tutto è ricoperto in modo uniforme.
Trasferire popcorn nel forno e cuocete per 1 ora e 15 minuti, mescolando ogni 15 minuti.
Togliete la teglia dal forno e aggiungete gli Snickers tritati grossolanamente. Rimettete la teglia nel per altri 3 minuti fino a quando gli  Snickers cominciano a sciogliersi leggermente sui popcorn.
Togliete il tegame dal forno e trasferite i popcorn su un’altra teglia coperta di carta forno per raffreddare.
Se lo si desiderato potete cospargere i popcorn di cioccolato fuso.
Una volta raffreddati potete conservarli in un contenitore ermetico.

Prossimamente vi riportero’ altre gustose ricettine…

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Feste a tema: giropizza party

Sono di origini napoletane e pertanto non posso sottrarmi all’amore innato per la pizza. Per questo tra le tante feste a tema che ho organizzato non ho voluto privarmi di una festa che si ispirasse al giropizza.

E’ estremamente allegro come tema e non potrà non conquistare i vostri ospiti. Insomma a chi non piace la pizza?

Il segreto è rendere tutto estremamente informale e preparare diversi gusti di pizza per soddisfare tutti i palati e rendere la serata dinamica.

Non è il caso a mio avviso di fare un party in piedi o a buffet. Meglio raccogliere un giusto numero di ospiti, non piu’ di una dozzina, ed organizzare una grande tavolata.

La tavola dovrà essere allegra, partenopea. Io vi raccomando sempre di coordinare il tutto: piatti, bicchieri, tovaglioli. Non lasciate nulla al caso.

E’ meglio usare come centrotavola delle candele e magari qualche piccolo vasetto qua e là con un fiore.

I bicchieri grandi, da birra che ovviamente dovrete servire a volontà insieme a soft drinks.

Passiamo alle pizze: una volta che avete molta pasta della pizza pronta (potete prepararla due o tre ore prima della festa o comprarla in grandi quantità già preparata) potete cimentarvi in diverse preparazioni. Ovviamente si parte da una classica pizza margherita arricchita magari da mozzarella di bufala e basilico fresco. Poi puntate su diversi tipi di pizza che vi piacciono e possono piacere ai vostri ospiti. Posso dirvi cosa ho preparato per il mio party:

– focaccia con patate e pancetta (su una base di pasta della pizza si dispongono dadini di mozzarella e poi patate e pancetta saltate in precedenza in padella. Si inforna per circa 15/20 minuti a 200 gradi)

– focaccia con zucchine e emmental (su una base di pasta della pizza si dispongono rondelle di zucchine e cipolla passate prima in padella e dopo 10 minuti di cottura si cosparge con emmental grattuggiato che si finisce di cuocere in forno per 10 minuti)

– pizza con salsicce e friarielli (si tratta di due dischi di pasta della pizza con ripieno di cime di rape passate in padella, salsiccia a tocchettini saltate in padella ed infine quadrotti di scamorza)

– pizza con salame, pizza con tonno, pizza ai quattro formaggi

– focaccia di recco (questa non è facilissima da fare, ma postero’ la ricetta)

Le focacce possono essere preparate prima e riscaldate poco prima di servirle, mentre le pizze sarebbe bene cuocerle al momento (del resto non ci vuole piu’ di 15 min) ma potete anch’esse prepararle prima e poi scaldarle.

Per dolce potete scegliere qualcosa di napoletano, per esempio andate in pasticceria e comprate sfogliatine e babà, oppure se si tratta di mesi freddi potete provare a fare una pastiera.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Rote Grunze: gelatina di frutti rossi

Rote Grutze

Semplice e scenografico questo dessert fatto con i ribes freschi. Rote grütze in tedesco è gelatina di frutti rossi.

Qui di seguito il procedimento per prepararlo:

Ingredienti

  • sei tazze di ribes freschi, piu’ altri per la decorazione
  • 1 tazza ed 1/4 di zucchero
  • 1/4 di tazza di vino rosato
  • 1/4 di cucchiaino di sale
  • 2 cucchiai e 1  1/2 cucchiaini di amido di mais
  • Panna montata leggermente zuccherata, per il rabbocco

Preparazione

Portate ad ebollizione in una casseruola media ed a fuoco medio alto 3 tazze di  ribes, lo zucchero, il vino, e il sale . Abbassate la fiamma e lasciate cuocere fino a quando le bacche sono morbide, circa 1 minuto. Mettete il composto in frullatore fino ad ottenere una purea.  Versate attraverso un setaccio fine in una ciotola.

Rimettere la purea filtrata nel tegame e portare ad ebollizione. Aggiungete gli altri ribes e riportare ad ebollizione. Schiumare se necessario.

Miscelate l’amido di mais con 1/4 di tazza di  acqua fino a quando l’amido di mais  non si scioglie, poi aggiungetelo nella miscela di ribes e frullatela assieme.. Cuocete a fuoco alto, mescolando di tanto in tanto, fino a ebollizione, per circa 5 minuti. Lasciate raffreddare  per altri 5 minuti.

Dividete la miscela tra  6 piccoli bicchieri. Metteteli in frigorifero fino a quando rassodano, da un’ora e mezza fino ad otto ore. Decorate infine con un ciuffo di panna montata sulla parte superiore e servite con ribes freschi.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: il barbecue

Finalmente sta arrivando la bella stagione e questa giornata di sole mi ha fatto pensare ai numerosi barbecue che ho organizzato sulla mia terrazza.

Vediamo quindi come si puo’ allestire un barbecue per ricevere i nostri amici.

Ovviamente sarebbe il caso di disporre di un grande terrazzo o un giardino anche perchè la griglia deve essere disposta non vicino ai commensali per non disturbarli con il fumo: anche se ovviamente il profumo delle leccornie che cuocono è sicuramente molto apprezzato.

Organizzate innanzitutto una grande tavolata oppure se si tratta di molta gente  provvedete ad organizzare diversi tipi di tavolini o punti di appoggio dove i vostri ospiti possono accomodarsi per gustare i cibi e chiacchierare con gli altri avventori.

Anche se si tratta di fatto di una festa informale non lesinate nella cura dei particolari, per esempio utilizzate tovaglie allegre e colorate e non dimenticate dei centrotavola che possono essere fatti con fiori semplici, di campagna magari inseriti in vasetti trasparenti. Anche sui tavolini singoli.

mla102322_0906_party.jpg

mla97934_0806_pitch_plenty.jpg

Per i piatti vi consiglio di usare quelli semplici in ceramica bianca oppure potete puntare su piatti diversi di diversi servizi per creare una confusione elegante. In ultimo se non volete puntare sui piatti dei vostri servizi potete acquistare quelli di plastica. Ce ne sono davvero di molti tipi ma voi scegliete quelli di qualità. A questo punto coordinate il colore dei piatti con il resto della mise en place: tovaglia, tovaglioli, decorazioni.

Trovo davvero carine le posate presentate con questi nastrini fatti di pizzo, ma in carta:

kids_spring06_napkins.jpg

Anche i bicchieri possono essere allegramente ricoperti da carta colorata: questo permetterà ai vostri ospiti di riconoscere il proprio in caso di party in piedi.

mld104812_0709_origami2.jpg

Inoltre potete decorare gli spazi con lampadine colorate o con lanterne:

gt04julmsl_nightlights.jpg

In modo molto divertente le bibite possono essere tenute in fresco in un grosso contenitore di metallo con ghiaccio, cosa ne pensate:

mld103497_0708_bottleopnrs.jpg

mld102612_0707_buckets39.jpg

Passiamo finalmente al cibo: ovviamente in un barbecue non deve mancare cibo da fare alla griglia: quindi hamburger, spiedini, costine, bacon, verdure tagliate a fette (melanzane, zucchine, trevigiana, peperoni), pannocchie.

edf_jul06_side_grilled.jpg

Gli hamburger devono essere presentati nel panino al sesamo con ketchup, insalata, pomodoro. Meglio se accompagnati con patatine fritte, in alternativa preparate una gustosa insalata di patate.

Per accompagnare le pannocchie non deve mancare il burro salato così come per accompagnare la restante carne una deliziosa salsa barbecue: potete trovarla al supermercato oppure prepararla voi stessi. La ricetta non è affatto difficile:

  • 1 bottiglia (24 once) ketchup (circa 3 tazze)
  • 1 tazza di aceto di sidro
  • 1/2 tazza di melassa senza aggiunta di solfiti
  • 2 cucchiai di salsa Worcestershire
  • 1 tazza di acqua
  • 1 cucchiaio di paprika
  • 1 cucchiaio di cipolla in polvere
  • 1 cucchiaio di senape in polvere
  • 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • 1/2 cucchiaino di pepe nero
  • 1/4 a 1/2 cucchiaino di pepe di Caienna

Unire tutti gli ingredienti in una casseruola media. Portate ad ebollizione, ridurre la fiamma e cuocete a fuoco lento fino a quando la salsa è addensata e ridotta di un terzo,  per circa 30 minuti. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente prima di utilizzare.

Ovviamente non fate mancare nemmeno ketchup, maionese e senape oltre ovviamente a olio d’oliva e aceto balsamico sulla vostra tavola.

mld103986_0708_decantings.jpg

Poi servite del pane gustoso a fette oppure meglio della focaccia tagliata a strisce, dei sottaceti, sott’olio, insalata mista. Se volete esagerare potete servire anche dei formaggi ma non sono necessari, piu’ che altro se avete degli ospiti vegetariani.

La frutta puo’ essere simpaticamente presentata in monoporzioni: anguria e melone scavato a palline si presta in modo molto allegro ad un barbecue

msl_jul06_gt_cups.jpg

Ma anche le ciliegie si prestano bene

cherries_sum99.jpg

Infine per dessert servite dei gelati e delle crostate di marmellata o di mele. Si accompagnano bene al vostro tema e saranno apprezzatissime dagli ospiti. Il sapore casalingo dei dolci non è mai fuori moda.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it