Il Wedding Web Site

In questi giorni una deliziosa coppia di futuri sposi di New York, per i quali sto organizzando il matrimonio in Italia, mi ha fatto vedere il sito che hanno creato per il loro matrimonio. L’ho trovato stupendo! Ovviamente c’è da chiarire che sono due grafici – pertanto sono sicuramente avvantaggiati – ma questo mi ha ispirato nello scrivere questo articolo perché il Wedding Web Site è uno strumento davvero utile per tutte le coppie di sposi.

Per quanto riguarda le partecipazioni sono molto tradizionalista e legata al galateo: a mio avviso è meglio non usare il web ma la classica consegna a mano ad eccezione degli invitati lontani a cui andrebbe spedito l’invito per posta.

Quindi dobbiamo capire a cosa serve il Wedding Web Site : principalmente  a dare dettagli sul matrimonio come il programma, gli orari, le locations, indicazioni sul dress code e magari anche sui regali di nozze. Questi siti possono poi raccogliere anche alcune citazioni degli sposi, i pensieri degli amici e parenti e soprattutto foto! Foto della coppia accompagnate magari a dettagli della loro storia per far sentire più partecipi gli invitati.

Come aprire un sito? Ci sono tantissimi modi se non ci si vuole rivolgere ad un professionista:

– innanzitutto ci sono moltissimi web site che propongono la costruzione (con il pagamento di un canone) di un facile sito web online

– i più avvezzi alla tecnologia possono acquistare un dominio e dotarsi di un programma di editing (io uso Magix, conveniente e molto duttile)

– ci sono anche siti, stranieri in questo caso, dedicati proprio agli sposi che vogliono creare il proprio sito:

http://imcreator.com/, http://weduary.com/, http://www.appycouple.com/http://www.ewedding.com/

– in ultimo, ma non meno utile o frequente, potete aprire un blog. Potete usare WordPress (come Appunti di Matrimonio.com) oppure con Blogger – di Google.

Il sito deve essere creato qualche mese prima del matrimonio e puo’ essere tenuto in vita fino a qualche mese dopo, magari per raccogliere le foto e i commenti dei vostri ospiti.

Sarebbe meglio che l’indirizzo del sito contenesse il nome degli sposi pero’  ci si puo’ anche divertire: magari puo’ contenere una citazione,  una frase che lega gli sposi oppure i soprannomi che vi date possono andare bene. Ricordatevi che è una cosa molto personale e vi deve rappresentare.

Che informazioni dare?    wedding website

Prima di tutto un programma della giornata, ovvero dove si terrà la cerimonia e l’orario. Poi dove seguirà il ricevimento. Il tema dell’evento: in questo caso potete indicare anche il dress code, ovvero l’abbigliamento che suggerite agli ospiti. Per esempio per un matrimonio in stile vintage piuttosto che campagnolo è bene che gli ospiti sappiano che tipo di vestiti indossare.

Un’altra sezione può ragguagliare gli ospiti su come raggiungere le varie locations con una mappa interattiva ma anche con indicazioni sui treni, i  vari mezzi di trasporto o un accenno ad un bus shuttle noleggiato per l’evento – e quindi il punto di ritrovo – e magari indicazioni su dove pernottare per gli ospiti che giungono da lontano.

Una parte del sito può essere dedicata alla lista nozze. E’ importante far capire agli ospiti che la loro presenza sarà il primo graditissimo regalo ma se vogliono possono generosamente contribuire alla vostra lista nozze (che ultimamente si concentra sempre di più sulla luna di miele). Personalmente penso che quando non ci si appoggia ad un’agenzia specializzata in viaggi  sia una buona idea quella di costruire il proprio viaggio sul sito, in modo da rendere gli ospiti partecipi, e poi in fondo dare le indicazioni su come possono contribuire (in genere con un bonifico). Potete descrivere le varie tappe del viaggio accompagnandole da foto e dettagli.

RSVP: il galateo vuole che gli ospiti diano risposta circa la loro presenza al ricevimento. Questo in genere avviene di persona o per telefono ma non mi dispiace la possibilità che possano farlo attraverso un apposito form che trovano sul vostro sito (magari indicando anche eventuali esigenze o intolleranze alimentari che il Catering dovrà conoscere).

La storia dei fidanzati: una sezione potete dedicarla a voi stessi. Chi siete, come vi siete conosciuti e come è nato e cresciuto il vostro amore. Potete usare immagini, testi di canzoni e tutto quello che vi lega.  Alcuni fotografi offrono ai fidanzati, qualche mese prima dell’evento, una mezza giornata di sessione fotografica da tenersi in un luogo pittoresco: un bosco, il mare, la campagna o il vostro luogo preferito. Le foto rappresenteranno la fase del fidanzamento e saranno belle da vedere ed arricchiranno il sito.

In ultimo potete dedicare una sezione alle FAQ: domande e risposte che secondo voi potrebbero interessare i vostri ospiti. Per esempio perché proprio in quella chiesetta o perché avete scelto quel tema per il ricevimento.

Per ora non mi viene in mente altro ma se avete suggerimenti per arricchire l’articolo sono bene accetti!

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Il galateo del matrimonio: i testimoni

wedding ringMolti futuri sposi sanno fin dall’inizio chi scegliere per il delicato compito del “testimone”. In genere si sceglie una persona particolarmente importante nella nostra vita come un fratello o una sorella, un cugino o il migliore amico.

Rifacendosi al galateo è bene sapere che i testimoni, in qualità di garanti della regolarità e dell’autenticità delle nozze, dovrebbero essere persone vicine ai due sposi; che ne condividano gli ideali ed i valori e che siano disposti a supportarli nel loro cammino di coppia. Più o meno il ruolo che è dato alla madrina o al padrino nei battesimi.

Questo ruolo non deve essere mai e poi mai un’imposizione ma un’onore ed un naturale passo nel rapporto di amicizia che si ha con gli sposi.

I testimoni sono almeno due, uno per la sposa ed uno per lo sposo. Possono arrivare a quattro o addirittura a sei se il celebrante non ha nulla in contrario.

Contattate i vostri testimoni con molto anticipo sulla data delle nozze. Devono avere il tempo di pensare e darvi una risposta in proposito. Bisogna tenere conto che essendo un ruolo molto importante comporta anche l’onere di un dono di un certo valore da fare agli sposi. Se sapete che la persona che vorreste vicino è in ristrettezze economiche è preferibile fare attenzione anche per non metterlo in imbarazzo. Al massimo potete essere chiari fin dall’inizio e dire che per voi il regalo più grande è la sua vicinanza nel giorno del matrimonio.

E’ probabile che ci siano persone che in virtù dei loro trascorsi si aspettino quasi “naturalmente” di venire scelti per questo ruolo. Se la vostra scelta, per diversi motivi, non cade su di loro siate franchi fin dall’inizio spiegando con la dovuta delicatezza la vostra preferenza.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Il galateo del matrimonio: le bomboniere

Le bomboniere sono il ringraziamento che viene dato a tutti coloro che, partecipando al matrimonio, hanno offerto un regalo o una vicinanza particolarmente sentita. Inoltre è un ricordo che rimarrà ai vostri ospiti in ricordo della vostra unione.

Tradizionalmente la bomboniera è di argento, porcellana di limogès o Capodimonte, vetro di Murano o in ultimo un oggettino di Swarovsky; negli ultimi anni  pero’si sono sviluppati parecchi oggetti che vanno benissimo purchè di buon gusto.

Oggi si tende a scegliere qualcosa che abbia anche una sua utilità tipo un posacenere o un portaoggetti, un segnalibro, portaritratti, fermacarte… Dal punto di vista del galateo evitate di fare due tipi di bomboniere, ovvero quelle per gli ospiti che considerate importanti e quelli che considerati meno importanti. L’unica distinzione si fa’ nei confronti dei testimoni ed al massimo nei confronti dei genitori degli sposi. Insomma potete eventualmente variare le forme ma dovete restare sullo stesso tipo di materiale.

In generale viene donata una bomboniera a famiglia ed una a testa per le coppie di fidanzati.

Cercate di essere previdenti e acquistare qualche bomboniera in piu’ che semmai potra’ rimanere a voi o ai vostri figli come un sentito ricordo.

Secondo il bon-ton le bomboniere andrebbero consegnate entro venti giorni dal matrimonio. Di norma noi le consegniamo alla fine del festeggiamento. In ogni caso non vanno mai consegnate prima.

A coloro che non sono potuti intervenire alle nozze le bomboniere andrebbero inviate entro dieci giorni o comunque non appena tornati dal viaggio di nozze.

Ricordatevi che nella confezione della bomboniera, che dovrà essere opportunamente decorata, dovranno esserci dei confetti ( per il matrimonio sono cinque ed in ogni caso in numero dispari) ed un bigliettino con i nomi degli Sposi e la data delle nozze.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Il galateo del matrimonio: come ripartire le spese

Non so oggigiorno quanti ancora seguano il galateo del matrimonio pero’ a parer mio è sempre bene tenere a mente come si dovrebbero fare le cose, salvo poi decidere come piu’ vi piace.

Parliamo in questo caso come ripartire le spese del matrimonio, ovvero chi paga cosa.

La famiglia dello sposo dovrebbe provvedere a:

  • acquisto della casa e spese dell’arredamento
  • automobile per accompagnare i testimoni dello sposo
  • bouquet della sposa
  • le fedi nuziali
  • il viaggio di nozze

La famiglia della sposa invece dovrebbe provvedere a:

  • le partecipazioni e gli inviti
  • bomboniere per invitati e testimoni
  • confetti da distribuire ai conoscenti
  • il corredo della casa
  • spese per la cerimonia in comune o in chiesa (incluse di addobbi floreali, musica, offerta per la chiesa)
  • il ricevimento
  • il fotografo
  • la musica
  • automobile per la sposa, i testimoni della sposa e gli eventuali ospiti di riguardo

Se non sapete quindi come ripartire le spese potete sempre rifarvi al galateo.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it