L’arte del ricevere: pranzo in giardino

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: tumblr

Finalmente con l’approssimarsi della Primavera e le sue calde temperature possiamo pensare di organizzare un pranzo in giardino.

Come allestire la vostra tavola dipende molto dal contesto. Se vi trovate in un giardino rigoglioso, elegante e curato vi consiglio di puntare su una bella tovaglia di ottima fattura in cotone o lino. Abbinate dei tovaglioli che si armonizzino o, per creare contrasto, con delle fantasie bucoliche. Vanno benissimo anche i tovaglioli di carta ma quelli stampati con motivi deliziosi che conferiranno alla vostra tavola un tocco di colore. Sceglieteli ed abbinateli con cura alla tovaglia ed ai piatti…

Io adoro i segnaposto. Che siano dei semplici cartoncini bianchi piegati nei quali è semplicemente scritto in bella grafia il nome dell’ospite o segnaposto piu’ fantasiosi (direi sicuramente di buttarsi sui fiori tenendo presente il tema del pranzo) danno un tocco in piu’ alla tavola. Potete anche legare un cartoncino al tovagliolo con un bel nastro in tinta.

Un altro tocco puo’ essere la presenza di un piccolo menu magari scritto a mano poggiato sul tovagliolo o sul piatto. Non deve ovviamente mancare un centrotavola con dei fiori. Deve essere semplice e deve armonizzarsi con il resto della mise en place.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Se il contesto è piu’ “campagnolo” adeguate anche la vostra tavola. Una tovaglia colorata, dei cestini per contenere il pane, tovaglioli di carta – mi raccomando la qualità – stoviglie e posate colorate.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Come menu potete presentare del carpaccio, delle torte salate, del salmone affumicato, formaggi e vari tipi di pane fragrante. Non dimenticate la frutta. Si presentano bene ciotole di fragole o frutti di bosco.

Birdie Shoot (1)-1

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: i picnic

The WeddingEveLa primavera è alle porte,  anche la Pasquetta con le sue gita fuori porta, e la natura si sta risvegliando. E’ il periodo ideale per pensare di organizzare un picnic, vediamo come possiamo fare:

innanzitutto pensate ad un luogo. Deve essere bello da vedere quindi sicuramente un prato con degli alberi e magari una vista mozzafiato. Anni fa andai a fare un picnic a Bellagio ed ancora porto con me i ricordi di quella bella giornata. Ma potete anche utilizzare il vostro giardino, qualora ne abbiate uno, o magari la vostra terrazza. Avete pensato di ricoprirla con un manto erboso di quelli che si comprano arrotolati e si stendono ovunque? Si, lo so, significa osare molto pero’ non la trovo malvagia come idea.

Insomma anche se io preferisco un bell’ambiente all’aperto non ponete limiti alla vostra fantasia.

Ricordatevi di pensare sempre al comfort dei vostri ospiti: se il luogo da voi scelto non prevede alberi che possano far ombra, magari siete in un grande prato, non dimenticate gli ombrelloni o al massimo dei cappelli di paglia da adornare con nastri o fiori intonati ai colori della festa. Potete anche pensare ad un piccolo gazebo… Ce ne sono in commercio di carinissimi e non molto costosi, fatto salvo anche l’opportunità di affittarne uno.

Per terra potete sistemare una moltitudine di cuscini colorati. Doneranno al vostro pic nic un tocco di

Nel caso la giornata si profili un po’ fresca e ventosa non dimenticate delle coperte, magari leggere che possano fungere da scialli.

Prima di suggerirvi cosa preparare vediamo come possiamo curare la presentazione:

se gli ospiti non sono molti potete pensare di fornire ad ognuno di loro un elegante e singolo cestino da pic-nic con dentro tutto il necessario:  potete prendere un cestino non molto grande, foderarlo con un telo di lino bianco o nei colori pastello oppure potete prendere una bella scatola colorata, che si armonizzi con i temi del picnic, e, sempre foderata con della stoffa, potete utilizzarla per fornire ad ognuno dei vostri ospiti tutto il necessario per il picnic. L’importante è coordinare il tutto e creare un prodotto armonico.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Nel cestino, o scatola o busta (come volete voi), dovete inserire un grande tovagliolo (un’idea in piu’ e piu’ chic sarebbe metterlo con monogramma), dei tovagliolini di carta che possono essere a fiori o abbinati al colore del vostro picnic, delle posate di buona fattura, un bicchiere colorato o di cristallo, un panino infiocchettato ed un piccolo menu stampato. Ovviamente non dovrà mancare un piatto ma potete aggiungere anche altri accessori o addirittura una graziosa scatola di biscottini. Cosa ne dite di questi bellissimi Macarons di Ladurée.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Non dimenticate di portare del ghiaccio per raffreddare bevande ed insalate. Se non avete contenitori ermetici per trasportarlo puntate sulle mattonelle refrigeranti da freezer. Potete assicurare così anche la freschezza dei cibi: avvolgetele nei tovaglioli di stoffa e sistemateli sotto i piatti che volete refrigerare.

Ora passiamo ai cibi che si possono preparare. Ovviamente le torte salate vanno benissimo. Inoltre puntate su panini e tramezzini che confezionerete singolarmente avvolti in colorati tovaglioli o sistemati in pratiche buste di carta colorate.

Poi ovviamente libero sfogo ad insalate, formaggi, salumi, olive, fragranti baguette, vino magari bianco e tenuto rigorosamente in fresco. Il segreto dei cibi è che siano freschi ed invoglianti e presentati in modi accattivante. Cosa ne pensate di piccoli cestini di carta con delle fragole? Oppure sacchettini di carta coordinati con le ciliegie?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano  The WeddingEve - Wedding Planner Milano

In ultimo vi posto una ricettina trovata sul ricettario francese di Ladurée, si tratta della Cake al Salmone.

Ingredienti:

150 gr di farina

40 cl di latte parzialmente scremato

20 gr di olio di semi di girasole

8 gr di sale fino

2 gr di pepe bianco macinato

3 uova

50 gr di salmone fresco

100 gr di salmone affumicato

10 gr di erba cipollina

20 gr di gruvyere grattugiato

Preparazione:

Mescolate farina e lievito in una ciotola. Unite il latte e mescolate delicatamente con una frusta. Versate l’olio di semi sempre mescolando. Salate e pepate. Proseguite aggiungendo un uovo alla volta, avendo cura di mescolare bene perchè il composto risulti omogeneo.

Tagliate il salmone fresco a dadi di 1 cm di lato e aggiungeteli al composto.

Unite quindi il salmone affumicato tagliato a pezzettini. Tagliate finemente l’erba cipollina ed incorporatela alla preparazione; incorporate anche il formaggio grattugiato.

Trasferite il composto nello stampo e infornate per 45 minuti a 180 gradi. Verificate la cottura introducendo al centro la punta di un coltello che dovrà uscire senza tracce di impasto. Servite il plum cake tiepido o freddo, tagliato a fette o a dadi.

Concludo con qualche immagine che vi puo’ dare qualche ispirazione.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano

 

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it